Italiano
Svizzera
registrati
Soffiata di it.eurobuch.ch
Libri simili
Altri libri che potrebbero essere simili a questo:
Strumento di ricerca
Libri consigliati
Attuale
Pubblicità
FILTRO
- 0 Risultati
prezzo più basso: 12,75 €, prezzo più alto: 12,75 €, prezzo medio: 12,75 €
Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli
libro esaurito
(*)
Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli - nuovo libro

ISBN: 9788860562173

ID: fcf0ed02e77e980aa9cf25bacb075760

Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli anni Sessanta e Settanta, edito da CEUM. Perché le generazioni nate negli anni Sessanta e Settanta non hanno ancora la loro storia? Perché c'è un'evidente sproporzione tra l'attenzione suscitata nell'opinione pubblica dai libri di memorialistica, dalle interviste ai protagonisti, dalle ricostruzioni giornalistiche su quel ventennio, e il silenzio degli storici? Certamente, molto è dipeso dal fatto che, quando quel periodo lastricato di sangue si è chiuso, le ragioni di chi vi ha partecipato sono rapidamente precipitate nel passato. Mentre l'Italia degli anni '80 esportava la sua modernità ovunque, mentre il post-moderno si affacciava sulla scena mondiale e le ideologie del '900 sopravvivevano faticosamente a se stesse, non sembrava più possibile, né interessante, recuperare le ragioni di chi aveva creduto, sperato, combattuto per la rivoluzione. E allora, quel periodo è stato raccontato solo attraverso le vicende umane, personali, dei singoli protagonisti, di chi ha colpito e di chi è stato colpito. Le radici, il contesto, in cui quel sogno era nato, sono scomparsi. Questo libro si propone invece di intrecciare, non di separare, queste diverse dimensioni, mettendo a confronto studiosi sia di diverse provenienze politiche e culturali che di generazioni differenti. Tutto è iniziato con il '68 o ancora prima? Piazza Fontana ha rappresentato veramente la “perdita dell'innocenza” per un'intera generazione che si è sentita costretta a difendersi dalla violenza dello Stato, come è stato tante volte ripetuto? O ci sono altre piste da percorrere per capire ciò che è realmente avvenuto? Estrema destra ed estrema sinistra sono stati nemici assoluti o invece hanno condiviso più cose di quanto a lungo abbiamo creduto? Come sono stati raccontati quegli anni dai loro protagonisti: vittime e carnefici, innanzitutto, ma anche storici, giornalisti, magistrati, scrittori? E che pensano le nuove generazioni di quelle vicende così lontane? Media / Libri/Scienze umane / storia, CEUM

Libro nuovo Lafeltrinelli.it
Nr. 9788860562173 Costi di spedizione:, 2, zzgl. Versandkosten, Costi di spedizione aggiuntivi
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.
Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli
libro esaurito
(*)
Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli - nuovo libro

ISBN: 9788860562173

ID: fcf0ed02e77e980aa9cf25bacb075760

Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli anni Sessanta e Settanta, edito da CEUM. Perché le generazioni nate negli anni Sessanta e Settanta non hanno ancora la loro storia? Perché c'è un'evidente sproporzione tra l'attenzione suscitata nell'opinione pubblica dai libri di memorialistica, dalle interviste ai protagonisti, dalle ricostruzioni giornalistiche su quel ventennio, e il silenzio degli storici? Certamente, molto è dipeso dal fatto che, quando quel periodo lastricato di sangue si è chiuso, le ragioni di chi vi ha partecipato sono rapidamente precipitate nel passato. Mentre l'Italia degli anni '80 esportava la sua modernità ovunque, mentre il post-moderno si affacciava sulla scena mondiale e le ideologie del '900 sopravvivevano faticosamente a se stesse, non sembrava più possibile, né interessante, recuperare le ragioni di chi aveva creduto, sperato, combattuto per la rivoluzione. E allora, quel periodo è stato raccontato solo attraverso le vicende umane, personali, dei singoli protagonisti, di chi ha colpito e di chi è stato colpito. Le radici, il contesto, in cui quel sogno era nato, sono scomparsi. Questo libro si propone invece di intrecciare, non di separare, queste diverse dimensioni, mettendo a confronto studiosi sia di diverse provenienze politiche e culturali che di generazioni differenti. Tutto è iniziato con il '68 o ancora prima? Piazza Fontana ha rappresentato veramente la “perdita dell'innocenza” per un'intera generazione che si è sentita costretta a difendersi dalla violenza dello Stato, come è stato tante volte ripetuto? O ci sono altre piste da percorrere per capire ciò che è realmente avvenuto? Estrema destra ed estrema sinistra sono stati nemici assoluti o invece hanno condiviso più cose di quanto a lungo abbiamo creduto? Come sono stati raccontati quegli anni dai loro protagonisti: vittime e carnefici, innanzitutto, ma anche storici, giornalisti, magistrati, scrittori? E che pensano le nuove generazioni di quelle vicende così lontane? Media / Libri/Storia / Generale, CEUM

Libro nuovo Lafeltrinelli.it
Nr. 9788860562173. Costi di spedizione:, 2, zzgl. Versandkosten., Costi di spedizione aggiuntivi
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.
Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli anni Sessanta e Settanta
libro esaurito
(*)
Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli anni Sessanta e Settanta - nuovo libro

ISBN: 9788860562173

ID: fcf0ed02e77e980aa9cf25bacb075760

Perché le generazioni nate negli anni Sessanta e Settanta non hanno ancora la loro storia? Perché c'è un'evidente sproporzione tra l'attenzione suscitata nell'opinione pubblica dai libri di memorialistica dalle interviste ai protagonisti dalle ricostruzioni giornalistiche su quel ventennio e il silenzio degli storici? Certamente molto è dipeso dal fatto che quando quel periodo lastricato di sangue si è chiuso le ragioni di chi vi ha partecipato sono rapidamente precipitate nel passato. Mentre l'Italia degli anni '80 esportava la sua modernità ovunque mentre il post-moderno si affacciava sulla scena mondiale e le ideologie del '900 sopravvivevano faticosamente a se stesse non sembrava più possibile né interessante recuperare le ragioni di chi aveva creduto sperato combattuto per la rivoluzione. E allora quel periodo è stato raccontato solo attraverso le vicende umane personali dei singoli protagonisti di chi ha colpito e di chi è stato colpito. Le radici il contesto in cui quel sogno era nato sono scomparsi. Questo libro si propone invece di intrecciare non di separare queste diverse dimensioni mettendo a confronto studiosi sia di diverse provenienze politiche e culturali che di generazioni differenti. Tutto è iniziato con il '68 o ancora prima? Piazza Fontana ha rappresentato veramente la ?perdita dell'innocenza? per un'intera generazione che si è sentita costretta a difendersi dalla violenza dello Stato come è stato tante volte ripetuto? O ci sono altre piste da percorrere per capire ciò che è realmente avvenuto? Estrema destra ed estrema sinistra sono stati nemici assoluti o invece hanno condiviso più cose di quanto a lungo abbiamo creduto? Come sono stati raccontati quegli anni dai loro protagonisti: vittime e carnefici innanzitutto ma anche storici giornalisti magistrati scrittori? E che pensano le nuove generazioni di quelle vicende così lontane? Libri / Scienze umane / storia http://www.lafeltrinelli.it/static/images/l/418/2949418.jpg, CEUM

Libro nuovo Lafeltrinelli.it
Nr. 9788860562173 Costi di spedizione:, 1, zzgl. Versandkosten, Costi di spedizione aggiuntivi
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.
Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli anni Sessanta e Settanta
libro esaurito
(*)
Dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli anni Sessanta e Settanta - nuovo libro

ISBN: 9788860562173

ID: fcf0ed02e77e980aa9cf25bacb075760

Perché le generazioni nate negli anni Sessanta e Settanta non hanno ancora la loro storia? Perché c'è un'evidente sproporzione tra l'attenzione suscitata nell'opinione pubblica dai libri di memorialistica dalle interviste ai protagonisti dalle ricostruzioni giornalistiche su quel ventennio e il silenzio degli storici? Certamente molto è dipeso dal fatto che quando quel periodo lastricato di sangue si è chiuso le ragioni di chi vi ha partecipato sono rapidamente precipitate nel passato. Mentre l'Italia degli anni '80 esportava la sua modernità ovunque mentre il post-moderno si affacciava sulla scena mondiale e le ideologie del '900 sopravvivevano faticosamente a se stesse non sembrava più possibile né interessante recuperare le ragioni di chi aveva creduto sperato combattuto per la rivoluzione. E allora quel periodo è stato raccontato solo attraverso le vicende umane personali dei singoli protagonisti di chi ha colpito e di chi è stato colpito. Le radici il contesto in cui quel sogno era nato sono scomparsi. Questo libro si propone invece di intrecciare non di separare queste diverse dimensioni mettendo a confronto studiosi sia di diverse provenienze politiche e culturali che di generazioni differenti. Tutto è iniziato con il '68 o ancora prima? Piazza Fontana ha rappresentato veramente la ?perdita dell'innocenza? per un'intera generazione che si è sentita costretta a difendersi dalla violenza dello Stato come è stato tante volte ripetuto? O ci sono altre piste da percorrere per capire ciò che è realmente avvenuto? Estrema destra ed estrema sinistra sono stati nemici assoluti o invece hanno condiviso più cose di quanto a lungo abbiamo creduto? Come sono stati raccontati quegli anni dai loro protagonisti: vittime e carnefici innanzitutto ma anche storici giornalisti magistrati scrittori? E che pensano le nuove generazioni di quelle vicende così lontane? Libri / Scienze umane / storia, CEUM

Libro nuovo Lafeltrinelli.it
Nr. 9788860562173 Costi di spedizione:, 1, IT. (EUR 2.90)
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.
I dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia n..
libro esaurito
(*)
I dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia n.. - nuovo libro

ISBN: 9788860562173

ID: B9788860562173

libro, eum

Libro nuovo Ibs.it
Nr. Costi di spedizione:, 3 - 4 gg, zzgl. Versandkosten, Disponibile spedizione veloce in Italia con corriere espresso (1-2 gg). Verifica costi e condizioni sul sito., Costi di spedizione aggiuntivi
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.

Dettagli del libro

Informazioni dettagliate del libro - I dannati della rivoluzione. Violenza politica e storia d'Italia negli anni Sessanta e Settanta


EAN (ISBN-13): 9788860562173
ISBN (ISBN-10): 8860562171
Copertina flessibile
Anno di pubblicazione: 2010
Editore: eum
250 Pagine
Lingua: ita/Italienisch

Libro nella banca dati dal 16.06.2012 04:21:53
libro trovato per l'ultima volta il04.03.2018 11:43:23
ISBN/EAN: 9788860562173

ISBN - Stili di scrittura alternativi:
88-6056-217-1, 978-88-6056-217-3


< Per archiviare...
Libri correlati